Dismorfismo
Introduzione
Diagnosi
Comprensione
Terapia
Informazioni
A Chi Rivolgersi
Progetto Salute
 

 

scienza salute informazione eventi

 

 

SRM Psicologia nei mass-media - la scienza e l'informazione

 

 

Dismorfismo Corporeo (dismorfofobia)
diagnosi e cura del dismorfismo in psicologia emotocognitiva

Centro di Terapia Psicologia

 

Dismorfismo Corporeo (dismorfofobia)

Disturbo da Dismorfismo Corporeo

disturbi somatoformi - un'iniziativa del progetto "Psicologia: Una Risorsa per la Salute"

Stesura del Testo: Dott.ssa Laura Comerci
Direttore Scientifico e Supervisore: Dott. Marco Baranello
Direttore Progetto Salute Dott.ssa Letizia Maduli
Comitato Scientifico: Dott. Baranello, Dott.ssa Maduli, Dott.ssa Sabatini

Introduzione
Il Disturbo di Dimorfismo Corporeo, rientra nella più ampia categoria dei disturbi somatoformi, la cui caratteristica fondamentale è la presenza di sintomi fisici che potrebbero inizialmente far pensare ad una condizione medica generale, ma che in realtà non sono giustificati né da questa né dagli effetti di una sostanza o da un altro disturbo mentale.
Nello specifico la caratteristica fondamentale del Disturbo di Dismorfismo Corporeo è la preoccupazione eccessiva per un difetto (reale o immaginario) nell’aspetto fisico.
La persona focalizza l’attenzione sul “difetto”, che tende in questo modo a diventare il pensiero dominante nella sua quotidianità, fino a coinvolgere inevitabilmente tutti gli ambiti della sua vita.
L’importanza di una buona immagine corporea di sé e il rilievo culturale che viene dato all’aspetto fisico, possono in qualche modo influenzare o accrescere le preoccupazioni già esistenti circa un supposto “difetto” fisico.
Solitamente questo disturbo viene riscontrato in ugual misura tra gli uomini e le donne.
L’età d’esordio è da ricondurre al periodo dell’adolescenza, ma spesso il problema emerge dopo anni, in quanto i soggetti con dismorfismo raramente palesano i propri sintomi.
Il Disturbo di Dismorfismo Corporeo è un disturbo che in psicologia emotocognitiva viene definito a base ansiosa, in cui frequentemente sono presenti anche tratti ossessivi di personalità (controllo e ricorrente del “difetto”, pensieri dominanti incentrati sull’aspetto fisico), tratti evitanti (spesso ritiro sociale) e tratti dipendenti.

Introduzione Diagnosi Comprensione Terapia Credits

Hit Counter