ADHD terapia psicologica breve dell’iperattività curare l’ADHD senza farmaci e senza la presenza del minore attraverso nuovi percorsi educativi per genitori


ADHD. Disturbo da deficit di attenzione e iperattività nei bambini. Nuove forme di terapia psicologica breve di tipo riabilitativo senza uso di farmaci e senza ricorso a psicoterapia. I nuovi interventi psicologici, adottando nuovi strumenti conoscitivi in ambito psicologico prodotti dalla teoria emotocognitiva, sono di tipo prettamente psicoeducativo, non prevedono inoltre la presenza del bambino e si rivolgono esclusivamente ai genitori (uno o entrambi se presenti). L’obiettivo è permettere al genitori di utilizzare nuove strategie di comunicazione e comportamento tali da sbloccare il “loop disfunzionale” (Baranello, 2006) che si è innescato all’interno dell’ambiente familiare nel tentativo di gestire il bambino. Lo psicologo a indirizzo di psicologia emotocognitiva interviene attraverso colloquio psicologico per offrire al genitori il “come fare”, pratico e concreto per tentare di portare a remissione i sintomi dell’ADHD in modo spontaneo, come detto senza farmaci e senza psicoterapia. Il bambino iperattivo non è malato. Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività non è una malattia, non va curato in senso classico ma va corretto. I genitori di un bambino con iperattività possono arrivare davvero a sentirsi completamente non capiti e a volte non aiutati nel modo adeguato. Troppo spesso in alcuni contesti è il bambino che viene seguito. Secondo la psicologia emotocognitiva al bambino, ove possibile, si dovrebbe evitare l’inserimento in contesti di cura al fine di non farlo sentire malato o diverso. Per curare l’ADHD senza farmaci e senza psicoterapia preferiamo adottare una terapia psicologica indiretta di tipo riabilitativo. Il bambino rimarrà nel proprio contesto e saranno i genitori a modificare, sotto dettagliato suggerimento dello psicologo, le proprie strategie di comunicazione. Questa modalità d’intervento viene applicata con successo già da 14 anni.
In alcuni casi non serve neanche l’intervento clinico-sanitario di tipo psicologico ma sono sufficienti percorsi, sempre rivolti ai genitori, di tipo prettamente educativo.
Per maggiori informazioni, il progetto “Psicologia: Una Risorsa per la Salute” (gruppo SRM Psicologia in collaborazione con Centri di Psicologia Emotocognitiva) ha realizzato un sito informativo con introduzione all’ADHD, sintomi e diagnosi del disturbo da deficit di attenzione e iperattività e nuove possibilità di trattamento psicologico per curare l’ADHD senza farmaci e senza psicoterapia. Il sito informativo è ad accesso libero e gratuito per tutti grazie al sostegno di diverse attività commerciali e professionisti che hanno deciso di offrire il proprio contributo per rendere possibile tutto questo.
Le attività che hanno sostenuto il progetto sono visibili sul sito www.siamoaperti.it.

Per maggiori informazioni sul progetto informativo sull’ADHD è disponibile il sito ufficiale: www.iperattivita.info

…………..

Questa voce è stata pubblicata in Psicopatologia, Pubblico, Tutti gli Articoli e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.