Diagnosi e Cura del Dismorfismo Corporeo

disturbo ossessivo-compulsivo relativo alla percezione dell'aspetto fisico e delle sue alterazioni

diagnosi clinica, comprensione funzionale e terapia psicologica breve riabilitativa del dismorfismo

cura psicologica breve di riabilitazione diretta e indiretta senza farmaci e senza psicoterapia

 

 

Dismorfismo Corporeo
Home Dismorfismo
Introduzione
Sintomi e Diagnosi
Comprensione
Trattamento
Info e Approfondimenti

SRM Psicologia
Home Page
Centri Diagnosi e Cura
Sintomi e Disturbi
Eventi Corsi e Gruppi
Chiedi allo Psicologo
Pubblicazioni-Didattica
Area Psicologi
Gruppo SRM
Segreteria Generale

 

 

Disturbo di Dismorfismo Corporeo. Introduzione
informazioni introduttive sul dismorfismo corporeo, cos'è il dismorfismo in psicologia e come correggerlo
 

Il Disturbo di Dimorfismo Corporeo rientra attualmente nella categoria diagnostica dei disturbi ossessivo-compulsivi (DSM-5, APA 2013).  Nello specifico la caratteristica fondamentale del Dismorfismo Corporeo è la preoccupazione eccessiva per un difetto (reale o immaginario) nell’aspetto fisico o comunque una risposta ansiosa eccessiva e protratta nel tempo rispetto all'eventuale presenza del difetto.
La persona affetta di dismorfismo corporeo focalizza l’attenzione sul “difetto” il quale tende a diventare il pensiero dominante nella vita quotidiana, fino a coinvolgere inevitabilmente tutti gli ambiti dell'esperienza. Dopo poco la persona inizierà a pensare che la propria vita non sia soddisfacente e che tutto dipenda quasi esclusivamente dal proprio problema di natura fisica. L’importanza di una buona immagine corporea di sé e il rilievo culturale che viene dato all’aspetto fisico, possono in qualche modo influenzare o accrescere le preoccupazioni già esistenti circa un supposto “difetto” fisico ma no sono condizioni sufficienti per la comprensione eziopatogenetica del disturbo.  Solitamente questo disturbo viene riscontrato in ugual misura tra gli uomini e le donne. L’età d’esordio è da ricondurre al periodo dell’adolescenza, ma spesso il problema emerge dopo anni.
Il Disturbo di Dismorfismo Corporeo è un disturbo che in psicologia emotocognitiva viene trattato secondo due modalità (l'una escludente l'altra): un trattamento psicologico diretto sul paziente quando il disturbo si presenta sotto forma egodistonica, ovvero la persona che ne soffre si rende conto di essere in presenza di un disturbo psicologico oppure, più frequentemente, con trattamenti psicologici indiretti. Questa tipologia di trattamento non prevede la presenza del portatore del disturbo ma di un familiare che viva sotto lo stesso tetto o che abbia maggiori contatti con la persona affetta da dismorfismo. E' un trattamento che si applica in caso il disturbo sia egosintonico ovvero la persona che ne soffre non riconosce il problema come un disturbo psicologico ed è quello maggiormente applicato in psicologia emotocognitiva. Frequentemente chi soffre di dismorfismo presenta marcati tratti ossessivi di personalità (focus sul controllo) e secondariamente possono manifestarsi sintomi depressivi reattivi alla sensazione di incapacità di poter gestire e controllare il problema. In questa sede affronteremo: 1) il tema della diagnosi secondo le più recenti linee guida internazionali, con riferimento all'ultima edizione del manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali nella quale il disturbo è stato spostato dalla categorie dei "disturbi somatoformi" presente nel DSM-IV-TR (APA, 2000) alla categoria diagnostica dei disturbi ossessivo-compulsivi e correlati del DSM-5 (APA, 2013);  2) la comprensione funzionale secondo l'ottica emotocognitiva del loop disfunzionale (Baranello, 2006) e 3) la terapia psicologica breve riabilitativa (diretta o indiretta) secondo le linee guida della psicologia emotocognitiva.

a cura di
Redazione "SRM Psicologia"
ultimo aggiornamento, 30 agosto 2016

come citare questa fonte

Redazione
(a cura di) (2016)
Introduzione alla campagna informativa sul Dismorfismo Corporeo
SRM Psicologia, Progetto PRS, agosto 2016


Riferimenti Bibliografici

  • APA (2013) Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quinta edizione (DSM-5), Raffaello Cortina Editore, Milano 2014.
     
  • APA (2000) Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, IV edizione text revision (DSM-IV-TR). Masson, Milano 2001.
     
  • Baranello, M. (2006) psicologia emotocognitiva: il loop disfunzionale. Psyreview.org, Roma 10 marzo 2006.
 
 
 

 

Il materiale pubblicato ha scopo informativo generale. Per questioni di natura sanitaria riferirsi direttamente presso uno studio di psicologia.
Campagna Informativa sul Disturbo da Dismorfismo Corporeo: diagnosi, comprensione e cure riabilitative in psicologia emotocognitiva
sezione "Psicopatologia Generale" del progetto "Psicologia: Una Risorsa per la Salute" (PRS).
a cura di SRM Psicologia - Centri di Psicologia Emotocognitiva - Istituto di Studi Emotocognitivi

ALL RIGHTS RESERVED - TUTTI I DIRITTI RISERVATI -  VIETATE COPIA E RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALI NON AUTORIZZATE - GRUPPO IDEAGONO.NET

Contatore siti