Breve Glossario e Dizionario di Psicologia
termini più utilizzati in scienze psicologiche, psicologia, psicopatologia, psichiatria ed educazione
scienze, professione, salute mentale e altri ambiti della psicologia (clinica, età evolutiva, famiglia, sessuologia)
a cura del progetto PRS "Psicologia: Una Risorsa per la Salute" (sezione didattica)

 

 

SRM Psicologia
Home Page
Centri Diagnosi e Cura
Sintomi e Disturbi
Eventi Corsi e Gruppi
Chiedi allo Psicologo
Pubblicazioni-Didattica
Area Psicologi
Gruppo SRM
Segreteria Generale

 

 

Lettere T & U - glossario-dizionario di psicologia e neuroscienze
termini più utilizzati in ambito psicologico e neuroscientifico, dizionario e glossario dei concetti della psicologia
 

LETTERA T

teoria bipolare degli istinti (psicoanalisi). Nozione per la quale gli essere umani operano fondamentalmente in termini di pulsioni pervasive e innate verso l'amore (Eros) e verso l'aggressitivà (Thanatos).

terapia psicologica. insieme delle procedure basate dell'uso di strumenti conoscitivi e d'intervento in ambito psicologico per finalità di diagnosi, cura e riabilitazione in ambito psicologico. Le terapie psicologiche sono variegate e vanno dalla diagnosi (terapia diagnostica) al sostegno (terapia di sostegno) alla prevenzione (terapia preventiva) e alla riabilitazione (terapia di riabilitazione) alla terapia come finalità dell'intervento stesso. Il concetto di terapia psicologica è molto ampio e rappresenta l'insieme di tutto ciò che, in ambito psicologico sia finalizzato alla cura di sintomi, disturbi, problemi e, più in generale, disagio ovvero alla tutela della salute del paziente in ambito psicologico.

thanatos (psicoanalisi). Istinto (o pulsione) diretto alla morte e all'autodistruzione, postulato da Freud per contrastare e bilanciare l'istinto di vita (Eros).

trauma cumulativo dinamico (psicologia emotocognitiva). Il concetto di trauma cumulativo è stato introdotto da Khan e si presentava come la conseguenza della "somma" di piccoli eventi, anche banali, che di per sé non avrebbero prodotto un trauma attuale. In psicologia emotocognitiva non esiste un semplice accumularsi di eventi potenzialmente traumatici, ma un complesso processo di organizzazione mnestica di situazioni o pattern psico-sociali che, per mezzo del processo delle mappe traumatiche, possono esitare  in un trauma (il trauma nella teoria emotocognitiva di Baranello è sempre un effetto e mai un evento/situazione), cioè portare delle conseguenze significative in tema di salute nel qui-e-ora. Il trauma è visto pertanto come la funzione di una particolare integrazione di stimoli processati in mappe traumatiche. Un evento neutro può diventare potenzialmente traumatogeno se nel qui-e-ora viene processato come potenzialmente pericoloso in virtù del processo che abbiamo già definito mappa traumatica.

trauma primario (psicologia emotocognitiva). In psicologia emotocognitiva è definito "trauma primario" la conseguenza traumatica di eventi e situazioni traumatogene o mappe traumatiche legate direttamente ad un bisogno oppure ad un desiderio primario ed in grado di disturbarne la regolazione, quindi impedire al bisogno di essere adeguatamente soddisfatto. Definiamo in sintesi il trauma primario come la conseguenza dell'impossibilità / incapacità di un sistema di riferimento di soddisfare direttamente bisogni fondamentali oppure di realizzare desideri funzionali primari.

trauma relazionale (psicologia emotocognitiva). Si definisce trauma relazionale la conseguenza di eventi o situazioni (vissuti o percepiti) potenzialmente traumatogeni difficilmente condivisibili, che coinvolgono una o poche relazioni interpersonali. Generalmente non è condiviso con la maggior parte dei membri della comunità di appartenenza o con un gruppo definibile. Esempi di traumi relazionali potrebbero essere le conseguenze traumatiche di costanti microtraumi, abuso sessuale intra-familiare, criticismo, trascuratezza, violenze verbali, attaccamento disturbato, incapacità di sintonizzazione, ecc.. In sintesi possiamo definire il trauma relazionale come la conseguenza traumatica di eventi/situazioni/stimoli potenzialmente traumatogeni che si sono sviluppati nel contesto di una o poche relazioni significative.

trauma secondario (psicologia emotocognitiva). In psicologia emotocognitiva si definisce "trauma secondario" la conseguenza di eventi o situazioni traumatogene o mappe traumatiche legate ad un desiderio secondario in grado di disturbarne la realizzazione e ostacolare indirettamente la soddisfazione adeguata di un bisogno. In sintesi definiamo un trauma secondario come la conseguenza dell'impossibilità / incapacità di un sistema di riferimento (es. una persona) di realizzare desideri funzionali di tipo secondario.

trauma sociale (psicologia emotocognitiva). Si definisce "trauma sociale" la conseguenza traumatica di eventi o situazioni potenzialmente traumatogene (calamità naturali, guerre, incidenti, rapimenti, lutti, esposizione a rischi e pericoli, ecc.) che coinvolgono una comunità o un gruppo definibile di appartenenza (famiglia, gruppi dei pari, ecc.) o che sono potenzialmente condivisibili. È un trauma condiviso oppure con alte possibilità di esserlo ovvero potenzialmente condivisibile. In sintesi definiamo un trauma sociale come la conseguenza di eventi/situazioni/stimoli traumatogeni che si sono sviluppati nel contesti di un gruppo o di una comunità definibile di appartenenza (ovvero un sistema più ampio di cui quello preso come riferimento risulti un costituente).

 

LETTERA U

umore. (lat. humor, liquido). Disposizione affettiva di base, ricca di tutte le istanze emozionali e istintive, che attribuisce ad ognuno dei nostri stati d'animo una tonalità gradevole o sgradevole, oscillante lungo l'asse piacere-dolore (Delay, J.).

unità (bioenergetica). Corpo e mente che funzionano come un tutto, in modo tale che uno squilibrio in un'area influenza anche tutte le altre.

 

Articoli Libri Didattica
 

 

Dizionario di Psicologia e Glossario dei Termini Psicologici Utilizzati nel Circuito SRM Psicologia
dizionario di psicologia emotocognitiva psicologia clinica psicopatologia generale  e della personalità psicologia dell'età evolutiva psichiatria neuroscienze e sessuologia clinica

Società Romana del Mercoledì

ALL RIGHTS RESERVED - TUTTI I DIRITTI RISERVATI -  VIETATE COPIA E RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALI NON AUTORIZZATE - SRM PSICOLOGIA ONLINE DAL 1998

Contatore siti