Domande allo Psicologo
servizio gratuito di domande e risposte su temi di psicologia, psicopatologia, sessuologia, educazione
le risposte nei nostri esperti psicologi, sessuologi, educatori e altri professionisti e cultori della materia
a cura del progetto PRS: "Psicologia: Una Risorsa per la Salute"

 

 

Home > Terapia Psicologica > FAQs > Depressione

SRM Psicologia
Home Page
Centri Diagnosi e Cura
Sintomi e Disturbi
Eventi Corsi e Gruppi
Chiedi allo Psicologo
Pubblicazioni-Didattica
Area Psicologi
Gruppo SRM
Segreteria Generale

 

 

Depressione maggiore. Terapia psicologica possibilità di cura
cura psicologica della depressione, senza uso di psicofarmaci e senza psicoterapia
 

DOMANDA. Mia moglie soffre da molti anni di depressione. Abbiamo provato di tutto, medici, psichiatri, psicologi. Ci sono periodi in cui sta meglio ma durano poco tempo. Piange spesso, si lamenta in continuazione, non riesce a badare a nulla, non ha voglia di vivere ed è sempre nervosa e arrabbiata. Esistono speranze? Ha soltanto 40 anni! Cosa possiamo fare?


RISPOSTA. Escludendo condizioni mediche generali, la depressione è un'alterazione dell'umore che oggi trova risoluzione in tempi piuttosto brevi grazie a nuovi metodi di intervento psicologico (senza uso di farmaci). Lo psicologo cerca di valutare e risolvere il "loop disfunzionale" (Baranello, 2006), un circolo vizioso in cui paziente e familiari si incastrano, fatto di tentativi di risolvere il problema che drasticamente falliscono facendo percepire una sensazione a tutto il sistema familiare di impotenza, incapacità e rassegnazione. La depressione può essere affrontata quindi grazie a metodi psicologici rivolgendosi ad psicologi esperti nel settore. In psicologia emotocognitiva abbiamo visto che molte forme depressive si mantengono e si aggravano seriamente nel tempo proprio a causa di una tipologia di comunicazione e comportamento che tendono a rassicurare al fine di prevenire risposte a rischio del soggetto come ideazione, pensieri o tentativi di suicidio. Il comportamento più comunque è di rassicurare chi soffre di depressione, cercare di tirarlo su oppure cercare di fargli vedere gli aspetti positivi della vita. Amici e familiare spesso cercano di non essere depressi e non far vedere il proprio umore abbattuto. In questo modo però la persona depressa sente proprio di essere la sola ad essere così, percependosi sempre più malata e senza via di uscita. Le percezioni di essere malati sono patogenetiche, cioè sviluppano il siressi sono quelle dei figli che spesso di arrabbiano con il genitore rispondendo con comportamenti aggressivi. Ovviamente ogni caso è un caso a se che va valutato con attenzione. Grazie però alle nuove conoscenze in ambito psicofisiologico, oggi la cura della depressione, rivolgendosi a psicologi esperti in grado di utilizzare questo nuove metodologie di trattamento, è possibile in tempi piuttosto brevi. I risultati inoltre si evidenziano già nelle prime sedute. Lo psicologo ad orientamento di psicologia emotocognitiva, qualora non si evidenziassero segni di miglioramento in tempi brevi, propone l'interruzione del trattamento senza andare ad oltranza fornendo false speranze. Nella maggior parte dei casi, fortunatamente, questo non avviene ed il miglioramento della situazione diviene molto più che una speranza.

a cura del Dott. Marco Baranello
psicologo, direttore scientifico SRM Psicologia

Torna al Servizio "Chiedi allo Psicologo"

 
Domande Psicologo

 

 

servizio gratuito FAQS, domande allo psicologo, inserito nel progetto "Psicologia: Una Risorsa per la Salute" a cura della SRM Psicologia
e in collaborazione con Centri di Psicologia Emotocognitiva. Le risposte indicate rappresentano informazioni generali, per qualsiasi questione di natura sanitaria è necessario rivolersi direttamente presso un professionista della salute

ALL RIGHTS RESERVED - TUTTI I DIRITTI RISERVATI -  VIETATE COPIA E RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALI NON AUTORIZZATE - SRM PSICOLOGIA ONLINE DAL 1998

Contatore siti