servizi integrati di comunicazione arte scienza società cultura salute
Archivio

Ordine Psicologi Lazio si Torna al Voto!

urne aperte dall’8 al 10 gennaio 2010 ore 9.00-22.00 c/o via di Ripetta, 231 a Roma

Il fallimento dell’attuale Consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Lazio nell’unire gli psicologi è drammaticamente evidente. L’attuale consiglio, composto da Cultura e Professione e Sipap, non ha saputo coinvolgere gli psicologi nella politica professionale. Il numero di votanti è molto basso, in prima convocazione addirittura inferiore al quorum necessario per la seconda convocazione!

Basti pensare che il Consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Lazio attuale ha egorato GRAVI SANZIONI disciplinari a quegli psicologi che, nelle propria autonomia scientifica e professionale, hanno elaborato nuovi paradigmi teorici e nuovi metodi di intervento di tipo puramente psicologico. Scienziati che hanno cercato di portare la psicologia verso una dimensione scientifica basata sulle prove di efficacia, psicologi italiani di cui l’Italia si potrebbe vantare costretti a subire sanzioni SOLO perché in contrasto con i dettami teorici dell’attuale consiglio degli psicologi del Lazio… davvero una “storia d’altri tempi” che invece è una triste ed attuale realtà.
Il presente consiglio addirittura si è “vantato” sul proprio bollettino per le numerose azioni disciplinari svolte… senza però spiegare nei dettagli i PERCHE’ delle erogazioni delle SANZIONI.

Se uno psicologo si trovasse a “fare i conti” con il consiglio dell’ordine del Lazio si troverebbe davanti ad ACCUSA, GIUDICE ED EROGATORE della Sanzione un’unico ente, e, come è già accaduto addirittura la STESSA PERSONA FISICA! Pensate se doveste difendervi da un’accusa avanzata da chi poi è chiamato a giudicare.

Molti psicologi non sanno tutto questo… non sanno cosa ha fatto l’attuale consiglio dell’ordine degli psicologi del Lazio in tema di disciplina.
Il potere di un ORDINE è dato dal NUMERO DI ISCRITTI e ci sono DUE MODI per tutelarsi da presunti abusi:

  1. TRASFERIRSI VERSO UN ALTRO ORDINE. Non tutti sanno che per esercitare in tutta Italia è possibile iscriversi ad un qualsiasi ordine regionale.
  2. VOTARE E CAMBIARE.

Diversi psicologi iscritti all’ordine del Lazio stanno oggi pensando di fare domanda di trasferimento verso altri ordini.
Diversi psicologi hanno paura dell’attuale consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Lazio.

Immaginiamo uno psicologo iscritto all’ordine degli psicologi del Lazio che riesca a dimostrare che con il solo colloquio psicologico, quindi con una prestazione puramente psicologica, senza ricorso quindi alla psicoterapia, sia possibile risolvere disturbi e problemi per i quali un tempo erano necessarie cure più lunghe…
 L’ordine degli psicologi, se l’attuale consiglio rimanesse lo stesso, gli impedirebbe di esercitare perché dichiara, che “lo psicologo non può trattare problemi psicologici, sintomi psicologici e disturbi psicologi, per finalità di cura psicologica”.

C’è un netto scollamento tra la moderna psicologia e ciò che l’attuale consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Lazio propone, ancora ancorato a vecchie impostazioni teoriche. L’ordine si è fatto “troppo” spesso promotore di iniziative scientifiche orientate soprattutto da “dettami” psicoanalitici. L’ordine invece dovrebbe essere SCIENTIFICAMENTE LAICO senza posizione teorica per garantire a tutti libertà ed autonomia sul piano scientifico e professionale.

Il rischio di istituzionalizzazione della scienza, il rischio di una “nuova inquisizione” è troppo alto nella Regione Lazio.

E’ necessario operare un reale cambiamento di prospettiva e rendere l’Ordine a-teorico, un organismo di REALE tutela professionale e non un organismo che tenta di proporre un’unico orientamento teorico come prevalente ed opera sanzioni verso gli SCIENZIATI che la pensato diversamente sul piano scientifico.

Siamo chiamati al VOTO per avere TUTTI MAGGIORE LIBERTA’ SCIENTIFICA, il voto è il mezzo democratico per operare il cambiamento necessario per l’autonomia e lo sviluppo di tuttti gli psicologi che ancora credono in questa disciplina e professione e che operano nel rispetto massimo per la tutela del benessere e per permettere all’utenza di scegliere la migliore cura, senza imporre un’unica visione viziata da vecchie impostazioni teoriche.

I NOSTRI CANDIDATI PER IL CAMBIAMENTO
migliorare il presente per uno sviluppo continuo del futuro

PUOI STAMPARE QUESTA PAGINA E PORTARLA CON TE, PERCHE’ SI PUO’ VOTARE PER TUTTI I SEGUENTI CANDIDATI

-LACERENZA Alfredo
– BICCHETTI Teresa
– CERCIELLO Giada
– FONTANA Federico
– GIANNINI Marco

MINORE BUROCRAZIA PIU’ AUTONOMIA SCIENTIFICA E PROFESSIONALE
Puoi recarti in via di Ripetta, 231 – presso Residenza di Ripetta in uno dei giorni di apertura dei seggi elettorali (8, 9, 10 gennaio 2010) con un documento di identità.

IL NOSTRO PROGRAMMA IN SINTESI

  • semplificazione della scelte professionali
  • minore burocrazia
  • maggiore autonomia professionale
  • maggiore autonomia scientifica
  • per un nuovo ordine come organizzatore e non come impositore di posizioni teoriche
  • riforma del regolamento disciplinare contro la possibilità di abuso dei consiglieri dell’ordine
  • per un maggiore sviluppo delle aree di competenza dello psicologo compresa l’area della clinica psicologica che troppo spesso, da chi ha sempre detenuto il potere, è stata subordinata alla vecchia impostazione della psicoterapia costringendo molti psicologi a spendere migliaia di euro posticipando l’ingresso nel mondo della clinica che invece è già materia di competenza dello psicologo. Infatti per diventare psicoterapeuta si può anche NON avere laurea in psicologia e NON essere psicologo, visto che anche i medici ne hanno accesso. Il che fa della psicoterapia un’area diversa dalla clinica psicologica che invece è di competenza dei soli psicologi! In favore quindi di un maggiore sviluppo delle aree sanitarie di cura di competenza psicologica, per un ingresso più rapido nel mondo del lavoro, per una maggiore competenza e autonomia del singolo psicologo.

GRAZIE A TUTTI
SRM PSICOLOGIA

WWW.SRMPSICOLOGIA.COM

Lascia un commento

Contatore siti