servizi integrati di comunicazione arte scienza società cultura salute
Archivio

Dall’Italia inizia il futuro della scienza. Si è tenuto uno storico evento già noto come 13 maggio scientifico

già inizia ad essere conosciuto come il “13 maggio scientifico”, parte da Roma un tentativo storico di creare un nuovo ordine delle cose basato sul diritto, sulla libertà, sulle autonomie scientifiche e professionali, contro chi vorrebbe limitare il diritto all’esercizio della libertà di scelta.
 

Un evento dal titolo “Scienza e Moderna Inquisizioni”, tenutosi a Roma, il 13 maggio 2010 organizzato da 68scientifico con la collaborazione della SRM Psicologia, Istituto di Studi Emotocognitivi, International Society of Neuropsychophysiology e con il sito curenaturalicancro e con la partecipazione del chimico e scritto Giorgio Vitali.
 

Nell’atmosfera informale del “Caffé Letterario” a Roma, si è tenuto un incontro storico organizzato da 68Scientifico.org il movimento d’informazione scientifica per la tutela del diritto alla libertà di scelta. Importanti esponenti del panorama scientifico attuale che parte dal nostro paese, l’Italia, innovatori e sviluppatori di nuove concezioni interne a discipline quali la medicina e la psicologia si confrontano a difesa della libertà della scienza e la libertà di scelta di ogni cittadino, nessuno escluso. Sono Marco Baranello, psicologo, Tullio Simoncini, medico-oncologo, Michele Trimarchi, psicologo e Giorgio Vitali, chimico e giornalista. L’evento “Scienza e Moderna Inquisizione” che già inizia ad essere conosciuto come il “13 maggio scientifico”, una data che diverrà una ricorrenza, è stato caratterizzato da una direzione comune, quella di tutelare il diritto alle autonomie scientifico-professionali, il diritto all’informazione, il diritto della libertà di scelta.
 

fonte: articolo integrale su www.68scientifico.org

Lascia un commento

Contatore siti