servizi integrati di comunicazione arte scienza società cultura salute
Archivio

Sulla libertà di scienza e scienziati. Su Psyreview il nuovo articolo del Dott. Baranello

Il paradosso della scienza: quando la scienza censura “in nome della scienza”
 

Gli scienziati in genere rivendicano il proprio diritto all’autonomia scientifica e rifiutano la censura ideologica perché la scienza ha necessità di mettersi continuamente in discussione e non può dare mai per certo nessuno dei propri assunti. Questo dovrebbe essere valido per tutti, indipendentemente dalla posizione, dal ruolo e dal titolo degli scienziati. E’ davvero valido per tutti? Oppure esistono scienziati superiori ad altri? La base della scienza dovrebbe essere la parità basata sul diritto della libertà della scienza e degli scienziati.
Però ancora oggi assistiamo al fatto che “in nome della scienza” alcuni gruppi che hanno potere decisionale in ambito scientifico censurino proprio altri liberi scienziati quando mettono in discussione gli assiomi su cui è basato il nostro attuale sistema di convinzioni.
Paradossalmente alcuni scienziati vorrebbero affermare, attraverso atti di censura, la propria superiorità e la superiorità dei propri assunti rispetto agli altri, impedendo ad altri scienziati, quindi ai loro pari, di poter continuare a lavorare, soprattutto quando tali assiomi sono la base su cui si è costituito il potere dominante. Così chi afferma la libertà della scienza dall’alto di un ruolo, nega alla scienza stessa, al di fuori di ciò che essi considerano scientifico, la sua libertà di espressione. E’ come se dicessero “al di fuori di ciò che per noi è scientifico nient’altro può essere scientifico” ovvero “oltre ciò che è a noi noto non può esserci altro a meno che non siamo noi stessi a dirlo!”.
E’ il paradosso della scienza che censura se stessa in nome della scienza. Chi opera una tale censura può realmente chiamarsi scienziato? Oppure dobbiamo iniziare a distinguere tra “scienziati puri” e “pseudo-scienziati”?
L’inquisizione”, così come afferma Giorgio Vitali, giornalista e scrittore esperto in “mercato della salute”, “funziona sempre laddove qualcosa può interferire sul sitema di potere”.

In questo articolo il Dott. Baranello parla di scienza, di libertà e di diritto all’autonomia scientifica. 

Per leggere l’articolo “Sulla libertà di Scienza  Scienziati”
http://lnx.psyreview.org/2010/05/27/scienza-libera/

 

Lascia un commento

Contatore siti