servizi integrati di comunicazione arte scienza società cultura salute
Archivio

Dott. Marco Baranello intervistato dal Quotidiano Leggo sulle Candy Girls

Leggo (Quotidiano) del 6 maggio 2011 intervista al Dott. Marco Baranello
 

Sul numero di Leggo (Quotidiano) del 6 maggio 2011 a pag. 9, intervista al Dott. Marco Baranello, fondatore della teoria emotocognitiva e direttore scientifico SRM Psicologia, sul fenomeno delle “Candy Girl” dopo l’allarme lanciato dall’osservatorio anti-pedofilia. Il fenomeno riguarda ragazze adolescenti mediamente tra i 12 ed i 17 anni che, in cambio di soldi, favori, ricariche del cellulare, forniscono video hard personali foto erotiche sesso on-line. Il Dott. Baranello suggerisce che la prevenzione del fenomeno sia basata sull’educazione ovvero sull’educazione generale circa il funzionamento dell’organismo e dei suoi processi anziché intraprendere la vecchia strada delle varie forme di educazione sessuale o educazione sul fenomeno stesso in quanto focalizzare l’attenzione sul fenomeno tende a suggerirlo anziché contrastarlo. I valori imposti ad un adolescente da parte del sistema sociale ovvero dalla famiglia potrebbero portare a conseguenze controproducenti rispetto alle intenzioni del sistema in quanto si potrebbe generare un conflitto all’interno del sistema che, come suggeriscono le teorie emotocognitive, può esitare nell’azione che si tenda di inibire. Ricordiamo che educare, per Baraenllo, equivale a produrre un cambiamento di ottica basato sulle conoscenze delle reali funzioni del sistema su cui si interviene. Per questo l’autore ha sempre sostenuto con forza che l’informazione deve far capo a teorie chiare e valide sul piano scientifico. Un’educazione basata su errate ed anacronistiche convinzioni può portare invece a gravi danni. Basta pensare al fatto che, nonostante tutti i programmi educativi tesi alla prevenzione attivati fino ad ora, i fenomeni che vorremmo contrastare sono in costante aumento. Questo suggerisce che forse le conoscenze, le convinzioni scientifiche dalle quali partono i programmi educativi classici potrebbero essere errate.

Lascia un commento

Contatore siti